“Il tablet nello zaino”, un progetto che fa stare al passo coi tempi

10 giugno 2020

“Il tablet nello zaino”, un progetto che fa stare al passo coi tempi

Il punto con Laura Biancato (Dirigente Scolastica dell’Istituto di Istruzione Superiore “Mario Rigoni Stern” di Asiago – VI)

Tre Dirigenti Scolastici Laura Biancato, Antonio Fini ed Alessandra Rucci insieme al già Professore Universitario Roberto Maragliano hanno scritto e promosso un “Manifesto” come invito a ripensare il corredo scolastico di ogni studente almeno dal primo anno di secondaria superiore: un tablet o notebook come prassi normale, come l’acquisto di libri di testo o penne e quaderni, con lo stanziamento di un fondo specifico per l’acquisto di un “dispositivo digitale portatile” come effetto personale per lo studente.

Nella videointervista Laura Biancato espone sinteticamente, per la nostra testata, i cinque punti essenziali della proposta che variano dalla scuola oltre le mura che ha potuto di fatto continuare ad operare grazie alla rete, all’andare oltre il programma ed i libri di testo, alle competenze digitali fino al dispositivo per ciascuno studente (non solo smartphone che non risulta adeguato alle attività scolastiche) e un sistema per ogni Istituto.

L’intera proposta e la possibilità di firmare la “Petizione” online sono disponibili anche sulla relativa pagina web “bit.ly/tabletzaino” perché nessuno resti indietro dal momento che il digitale sarà fondamentale a scuola anche dopo l’emergenza.